Ci sono stati alcuni momenti di tensione all’inizio del consiglio comunale aperto a Crema, in provincia di Cremona, dove la cittadinanza è stata chiamata a discutere sulla concessione, alla locale comunità islamica, di un terreno per la costruzione di una moschea. Fuori dai cancelli del palazzo comunale, dove la gente è stata bloccata perché l’aula consigliare era piena, a male parole si sono contrapposte le due fazioni: chi era favorevole alla realizzazione del luogo di culto, come dice la Costituzione, e chi era contrario, supportato dalla presenza in piazza del Segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini. Quest’ultimo ha detto che nessuno spazio verrà concesso a una religione come quella musulmana, ma ricordandogli che persino l’Arcivescovo di Milano, Angelo Scola, ha bollato negativamente la nuova legge regionale sui luoghi di culto (molto restrittiva sulla realizzazione di nuove moschee), voluta proprio dalla Lega, Salvini ha risposto: “C’è qualcuno, nelle curie, che gode più di altri a farsi invadere”. Infine, all’annuncio che per Expo il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, vorrebbe una moschea all’interno del sito espositivo, il Segretario federale ha commentato: “Mi aspetto che qualcuno proponga di abbattere il Duomo di Milano per farci una bella moschea”  di Fabio Abati