Ripristinata la piena operatività dell’aeroporto di Linate, a Milano, dove intorno alle 12 un piccolo aereo da turismo Piper P46T ha compiuto un atterraggio d’emergenza con il carrello bloccato. Illesi i quattro passeggeri, ma l’incidente ha obbligato i responsabili a chiudere lo scalo cittadino agli aerei in arrivo e in partenza per quasi due ore. Un blocco dell’operatività che è durato fino alle 13.30, quando è stato dato l’ok alla piena ripresa del traffico, dopo che Vigili del fuoco e personale della Sea hanno rimosso il piccolo jet e verificato l’agibilità della pista.

L’atterraggio d’emergenza si è reso necessario quando il pilota del velivolo si è reso conto che il carrello era bloccato. Ha quindi chiesto l’autorizzazione alla torre di controllo che, alle 12, ha stoppato tutti i voli in entrata e in uscita per permettere al Piper di atterrare. Dopo l’intervento dei Vigili del Fuoco e del personale dell’aeroporto, che si sono sincerati delle condizioni dei passeggeri, il piccolo aereo da turismo è rimasto sulla pista per qualche ora, obbligando i responsabili del traffico aereo di Linate a cancellare nove voli e dirottarne nove su Malpensa e uno su Orio al Serio, prima che il mezzo venisse definitivamente spostato.