“Renzi andrebbe impiccato”. Il senatore del Movimento 5 stelle Michele Mario Giarrusso, intervistato dal programma “La Zanzara” su Radio24, commenta così le ultime vicende che hanno visto come protagonista il presidente del Consiglio. “Se non fosse una situazione tragica ci sarebbe da ridere. Renzi va in vacanza con un Falcon da 9mila euro all’ora e attacca gli impiegati pubblici. E poi cerca di salvare il suo complice Berlusconi. Sarebbe da impiccare veramente, la gente è molto arrabbiata. Avete presente la cosa che si fa su un albero, attaccando la corda? Ecco, quella. Questo succederà quando la gente si arrabbierà davvero”. Il senatore 5 stelle si riferisce alla polemica sul volo di Stato utilizzato dal leader Pd per andare ad Aosta con la famiglia il 30 dicembre scorso, ma anche alle reazioni alla notizia che con l’ultimo decreto fiscale del governo si sarebbe potuto salvare l’ex Cavaliere.

Dalle fila del Pd hanno subito condannato le parole del parlamentare M5s. “Ecco al termine del pomeriggio”, ha scritto su Twitter il vicesegretario democratico Lorenzo Guerini, “arriva la scemenza della giornata, ci ha pensato il senatore Giarrusso #senzavergogna”. Così anche il tesoriere Pd Francesco Bonifazi: “Se sono vere le agenzie, Beppe Grillo si scusi e prenda le distanze dalle allucinanti affermazioni di Giarrusso”.”Se Caligola aveva nominato senatore un cavallo, non è così sorprendente che Giarrusso sia in Senato”, ha detto l’eurodeputata Pina Picierno.

“Renzi è uno che non ha mai lavorato un giorno in vita sua”, ha attaccato il senatore siciliano durante l’intervista, “e non ditemi che lavorare a casa del papà dove tutti sono precari tranne lui che è entrato come dirigente, significa lavorare sul serio. Questo se ne va in vacanza con un aereo a 9000 euro all’ora con i nostri soldi e pontifica sui fannulloni e la pubblica amministrazione. Renzi è uno che ha truffato la previdenza, perché è stato assunto come dirigente un giorno prima di diventare presidente della Provincia di Firenze, e poi quando l’hanno sgamato si è dimesso. Di gente arrabbiata ce n’è tantissima. Quando la gente si arrabbia, succedono cose brutte, bruttissime”. Giarrusso ha parlato anche del suo candidato ideale per il Quirinale. “Una donna di grande spessore come la giurista Lorenza Carlassarre e l’ex magistrato Ferdinando Imposimato. Cantone? Lasciamolo all’anticorruzione. Prodi? No, la mortadella lasciamola agli emiliani”.