“Da questa situazione di crisi non si esce se non con una decisa inversione di rotta rispetto alla strada della politica economica seguita finora dagli ultimi governi. Chi guadagna meno di 13mila euro non pagherà tasse”. Così Silvio Berlusconi esordisce in un videomessaggio pubblicato sulla sua pagina facebook ufficiale. Il leader di Forza Italia spiega la sua ricetta per “rivoluzionare” il sistema fiscale: “Dobbiamo cancellare il complicatissimo sistema di aliquote e sostituirlo con un’aliquota unica del 20%. Ogni italiano, persona o azienda, dovrà pagare il 20% di quello che guadagna, non un euro di più o di meno. E’ la famosa Flat Tax, la tassazione piatta che avevo già proposto con il professor Antonio Martino nel 1994 e che mai ci era stato permesso di realizzare dagli alleati e dall’opposizione”. E annuncia: “Abbiamo anche previsto per i pensionati e per chi guadagna meno una “No Tax Area”, una situazione in cui non si pagano tasse e cioè sui primi 13mila euro di reddito annuo. Quindi, chi guadagna al di sotto di 13mila euro l’anno non pagherà nessuna tassa, chi ne guadagna per esempio 15.000 pagherà il 20% solo su 2000 e così via. Abbiamo fissato il limite a 13mila euro, perché vogliamo alzare a 1.000 euro al mese per 13 mensilità le pensioni minime, quindi 13.000 euro all’anno, e vogliamo che questi pensionati non paghino alcuna imposta”