Disagi in vista per chi deve viaggiare venerdì 14 novembre per una sciopero dei trasporti che interessa treni, mezzi pubblici, aerei, trasporti marittimi e rete autostradale.

Trenitalia informa che, dalle 0.01 alle ore 21, potranno esserci disagi alla circolazione: per i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21. Per alcuni collegamenti dei treni a lunga percorrenza sono previste modifiche al programma di circolazione riportate qui. Garantito invece il collegamento fra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino, con il treno “Leonardo Express” o con autobus sostitutivi.

Trenord fa sapere che i treni regionali e suburbani potrebbero subire variazioni o cancellazioni. Dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21, sono garantiti i servizi essenziali. Per i collegamenti aeroportuali Milano Cadorna/Milano Centrale-Milano P.ta Garibaldi-Malpensa Aeroporto e Malpensa Aeroporto-Bellinzona saranno previsti autobus per l’eventuale sostituzione delle corse dei treni.

NTV informa invece che Italo prevede il regolare svolgimento del proprio servizi.

Per quanto riguarda invece lo sciopero dei mezzi pubblici, queste le diverse modalità città per città:

Milano lo sciopero Atm è previsto dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio per i mezzi di superficie, mentre per la metropolitana dalle 18 al termine del servizio.

Roma
– ATAC: tra le 10 e le 14, sono a rischio le corse di autobus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Viterbo.
– TPL: dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio sono a rischio le corse delle linee bus. Servizio garantito da inizio servizio alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Nella notte tra giovedì 13 e venerdì 14 sono a rischio le corse delle linee notturne da N1 a N27.
– COTRAL: sciopero di 4 ore, dalle 8.30 alle 12.30.

Torino
Gtt: sciopero del servizio urbano e suburbano, metro, autolinee extraurbane e sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana)/sfmA Torino-Aeroporto-Ceres dalle18 alle 22.

Lo sciopero di 24 ore interesserà anche il comparto aereo, marittimo e autostradale (qui i dettagli forniti dal Ministero dei Trasporti).