“C’è stata un’apertura nella spesa per investimenti, mentre resta sofferente la condizione dei Comuni nella spesa corrente e su questo il confronto deve continuare”. Così il presidente dell’Anci, Piero Fassino, al termine dell’incontro con il governo sulla legge di Stabilità. “Le cifre date la scorsa settimana (3,7 miliardi di tagli contro 1,2 miliardi di euro dichiarati dal governo, ndr) – spiega Fassino – sono state confermate nel confronto in sede tecnica. E le misure che oggi abbiamo discusso – e su cui il governo ha dato disponibilità ad introdurre correttivi, innovazioni e miglioramenti – vanno nella direzione di ridurre l’impatto e di renderlo più sostenibile”. Fassina specifica, quindi, che “il governo ha manifestato consapevolezza che il problema deve essere affrontato e che occorre avere un intervento correttivo sul taglio di un miliardo su città metropolitane e Province di secondo grado, su cui si è anche riservato di avanzare proposte”  di Manolo Lanaro