“La Lega Nord è un movimento antifascista, perché è anticentralista e il centralismo è da accomunare al fascismo”. Così l’ex leader del Carroccio, Umberto Bossi – intervenendo come da tradizione alla Festa della Zucca di Pecorara, sull’Appennino Piacentino – ritorna sulla questione dell’alleanza tra il segretario del Carroccio, Matteo Salvini, e CasaPound sancita due settimane fa in piazza a Milano. Il Senatur stempera, quindi, la polemica e sottolinea: “Non ci sono divisioni tra me e Salvini”. Ma poi tiene a precisare: “La mia è una famiglia che ha combattuto militarmente contro il fascismo, erano partigiani”  di Fabio Abati