Prima ha travolto un gruppo di sei ciclisti, ferendone quattro. Poi, dopo un chilometro, ha investito e ucciso un ciclista di 65 anni, facendogli fare un volo di oltre trenta metri. L’automobilista ha quindi tentato la fuga, scontrandosi però con il muretto di un’aiuola e ribaltandosi. Alla guida dell’automobile un cittadino nigeriano di 48 anni, arrestato a Ladispoli, vicino Roma. L’incidente è avvenuto sabato 18 ottobre sulla statale Aurelia nel tratto che attraversa il Comune di Ladispoli. La vettura ha travolto il gruppo di ciclisti mentre si trovavano sulla rotatoria di immissione sulla via per Palo Laziale.

Nello scontro il ciclista di 65 anni è rimasto gravemente ferito ed è deceduto subito dopo il ricovero in ospedale. Un elicottero di soccorso lo hanno portato al dipartimento d’emergenza del Gemelli in pochi minuti. Ma nonostante la rapidità dell’intervento e delle cure prestate dall’equipe del 118, il ciclista è morto appena arrivato nella struttura ospedaliera. La vettura dell’investitore, invece, si è ribaltata pochi metri dopo l’incidente ma per chi era alla guida non vi sono state gravi conseguenze. Sulla dinamica dei fatti indagano le forze dell’ordine.