Ha ucciso la moglie a coltellate e si è tolto la vita. L’uomo, 30enne residente a Cattolica, avrebbe agito per gelosia nei confronti della compagna di tre anni più giovane.

Al momento del delitto, in casa con i genitori c’erano i due figli della coppia, due gemelli di 4 anni. Ad accorgersi di quello che stava accadendo, nel tardo pomeriggio, sono stati i vicini di casa che sentendo le urla hanno chiamato i carabinieri. Quando i militari sono arrivati però, il delitto si era già consumato. Sul luogo dell’omicidio-suicidio è arrivato anche il sindaco di Cattolica.

I coniugi erano siciliani ma vivevano da alcuni anni nella cittadina romagnola, in una palazzina di via Cabral. Lui, Raffaele Ottaviani gestiva un’attività di rottamazione a San Giovanni in Marignano, sempre nel Riminese. La moglie, Ivana Scintilla, lavorava come cameriera in un ristorante a Riccione.