“L’articolo 18 non si abolisce, lo si aggiorna”. Così Filippo Taddei, responsabile economia del Pd, torna sulla questione dello Statuto dei lavoratori, a margine del Festival delle generazioni organizzato dal sindacato Cisl, a Firenze. Durante la tavola rotonda, alla quale hanno partecipato anche Giovanni Toti (Fi), Paolo Cirino Pomicinino (ex ministro Dc, ora Udc) e il costituzionalista Michele Ainis, Taddei ha confermato che “le modifiche all’articolo 18 riguarderanno solo i nuovi assunti”. Una novità che per Ainis è, sul terreno dei diritti: “Una discriminazione di tipo anagrafico”  di Max Brod