“Aprire ai licenziamenti mi sembra semplicemente tornare al 1800, avevo capito invece che Renzi voleva andare oltre il 2000″. A margine dell’attivo regionale della Fiom toscana, a Firenze, il segretario generale Maurizio Landini torna sul tema dello statuto dei lavoratori, ma è convinto che parlare solo di questo sia un diversivo: “E il premier in questo è molto abile, furbo, e non è un caso che abbia riaperto lui tutta la vicenda”. Tassare il tfr in busta paga più di quanto non lo sia ora, per Landini, sarebbe “una stronzata“, mentre gli interventi necessari sono “cancellare l’articolo 8 voluto da Maurizio Sacconi (Ncd) e dalla Fiat, e rimuovere il vincolo del pareggio di bilancio”. Infine il segretario, avverte: “Se il governo non ascolta, si arriverà allo sciopero generale. Qualcuno ci ha chiesto ‘dove siete stati fino ad ora’, adesso lo vedrà”  di Max Brod