“Gli F35 possono dare un contributo notevolissimo per i nuovi scenari, cosa che non si può con gli Eurofighters. Tutti gli incovenienti riscontrati per i caccia sono stati superati“. Così il generale Leonardo Tricarico, presidente della Fondazione Intelligence Culture and Strategic Analysis, nel corso di una conferenza stampa alla Camera, snocciola i vantaggi e le qualità del programma F35. Poi, rivolgendosi al deputato del Pd, Paolo Bolognesi, tra i firmatari della mozione approvata la scorsa settimana che prevede una riduzione degli acquisti dei cacciabombardieri), Tricarico spiega tutte le sue perplessità, giudicando “la mozione sbagliata” e dicendo che “il Pd ha votato male”. Ad obiettare a queste dichiarazioni è prorio il primo firmatario del documento, Gian Piero Scanu (Pd), che dice al generale: “Le sue parole sono gravissime, il Parlamento non è ancora stato soppresso”. Pronta la replica di Tricarico: “Sono grato al mio Paese di vivere dove ancora c’è la libertà di pensiero“. Al termine della conferenza il generale Tricarico, ai microfoni de ilfattoquotidiano.it, torna sulla polemica con il deputato del Pd e spiega: “L’onorevole ‘gli ha preso un po’ di aceto’, come si suol dire. Abbandonare il programma mette a rischio la credibilità del nostro Paese e certamente non abbiamo bisogno anche di questo in Italia”  di Manolo Lanaro