La madre del giornalista americano lo scorso 27 agosto ha rivolto un disperato appello televisivo ai jihadisti che avevano rapito il figlio. Un tentativo rivelatosi vano alla luce dei drammatici sviluppi della vicenda. La donna nel video si rivolge direttamente al leader del gruppo militante sunnita Abu Bakr al-Baghdadi chiedendo la liberazione del figlio. “Steven non ha alcun controllo sulle azioni del governo degli Stati Uniti, è un giornalista innocente” e “non dovrebbe essere punito per decisioni che non dipendono da lui” dice Shirley Sotloff . Di lui la madre dice ancora: “è un reporter che è andato in Medio Oriente per raccontare la sofferenza dei musulmani per mano dei tiranni. È un figlio, fratello e nipote leale e altruista, un uomo generoso che ha sempre tentato di aiutare i deboli” e chiude con un appello: “Ci manca, vogliamo rivederlo a casa sano e salvo e abbracciarlo”.