L’Ice bucket challenge è arrivato anche in Palestina. Quello che manca è il ghiaccio, o meglio l’acqua. Su Youtube, gli utenti palestinesi hanno postato dei video dove utilizzano l’ormai nota iniziativa a favore della lotta alla Sla per fare un appello alla solidarietà alla causa palestinese. “Ops! In Palestina viviamo sotto occupazione – dice un ragazzo arabo, accorgendosi che nel suo secchio non c’è acqua – L’occupazione di Israele sta usando tutte le risorse idriche della Palestina”. In un altro video, un abitante di Gaza spiega di avere apprezzato l’iniziativa dell’ice bucket challenge, così ha deciso di inventare “la versione palestinese“. E si fa tirare in testa una secchiata di macerie. “Non abbiamo l’acqua, ma questo è quel che abbiamo – spiega – Forse non avrò acqua per lavarmi quando arriverò a casa. Perdonatemi se mi vedrete pieno di polvere nei prossimi video. E cercate di supportarci”  di Stefano De Agostini