“Stiamo lavorando per la nascita di un soggetto politico autonomista al Sud, che sarà accompagnato dalla Lega” Così Matteo Salvini, entra nel dettaglio della proposta lanciata il giorno di Ferragosto dal palco di Ponte di Legno. Un annuncio che va nella direzione già presa alle scorse elezioni europee, con una Lega sempre meno territoriale e più nazionale, in barba agli anni d’oro della lotta al Mezzogiorno. “Lo presenteremo in autunno – dice -. La battaglia contro lo Stato e contro Bruxelles, se la combattiamo insieme da Nord e da Sud, la vinciamo”. Dal palco di Pontida (Bergamo), poi, il segretario leghista lancia un monito a Silvio Berlusconi: “Non può chiedere alla Lega di allearsi con chi sta votando tutte le schifezze di Matteo Renzi. Se le voti da solo”. Altro tema caldo della serata, l’elevata pressione fiscale. “Con la tassazione al 60% – sottolinea Salvini – chi deve decidere se pagare lo stipendio al dipendente o le tasse allo Stato e sceglie il dipendente, non è un evasore, è un eroe”  di Stefano De Agostini