Viaggiare con i bambini non è sempre facile, occorre un’attenzione particolare alle loro esigenze. In tempo di crisi, però, un occhio di riguardo viene dato anche all’aspetto economico. La richiesta è quella di poter far viaggiare i propri figli in maniera gratuita e la risposta è quella di un vero e proprio moltiplicarsi di last minute e pacchetti vacanze con al centro i bambini e i giovani, non solo in periodi di bassa stagione ma anche in quelli di alta.

Tour operator – Il risparmio “formato giovane” è all’ordine del giorno, a cominciare dai classici operatori turistici. Lo conferma Astoi Confindustria Viaggi (Associazione tour operator italiani): “Con la crisi si registra una maggiore attenzione della clientela al fattore del prezzo e quindi ai benefit assicurati in generale, che non vanno solo a vantaggio dei minori. In alcuni casi, ad esempio, il soggiorno gratis è garantito fino ai 18 anni non compiuti alla data di partenza, quindi ben oltre il periodo infantile”.

Portali con offerte – Ma anche internet offre un grande aiuto in questo caso. Secondo un sondaggio di Tripadvisor, sono più di 4 su 5 gli italiani che hanno viaggiato o viaggeranno con la famiglia nel 2014 e i siti specializzati hanno colto l’attimo, attrezzandosi per venire incontro alla richiesta sempre maggiore di ospitalità gratuita per la prole. Vacanzefamily, ad esempio, è un portale per le vacanze in famiglia che dedica la sezione offerte a “hotel che propongono pacchetti famiglie e offerte bimbi gratis”. E ancora, bambinitravel, sito specializzato nelle “vacanze a misura di bambino” che ricerca strutture particolarmente adatte ad ospitare famiglie, con eventi dedicati e vacanze gratuite per i più piccoli. “Il portale delle vacanze felici con i bambini”, è invece la presentazione-promessa di vacanzebimbi, sito che propone sezioni speciali in cui poter ricercare strutture “gratis per bambini” e anche soluzioni ideali per genitori single che viaggiano con i propri figli. Una sezione per trovare alloggi gratuiti per i più piccoli è presente anche sul sito lowcostholidays.

Ma non ci sono solo le strutture ricettive italiane. I bambini in vacanza possono usufruire di sconti e agevolazioni anche nelle grandi città europee. È il caso di Vienna, ad esempio, che sul portale di informazioni turistiche della città dedica una pagina alle attività che i bambini possono svolgere in maniera gratuita nella capitale insieme ai propri genitori.

Colonie e vacanze volontariato – Come dimenticare poi le colonie estive? Sono numerosi i progetti delle province e dei comuni, a seconda delle Regioni e del reddito, per mandare i bambini in vacanza con una piccola spesa, o spesso gratuitamente. Per i più grandi poi c’è anche un altro modo di risparmiare, viaggiando gratis. Sono le vacanze-volontariato, periodi in cui molte organizzazioni offrono ospitalità in cambio di qualche ora di lavoro. Una possibilità per trovare una sistemazione secondo questa formula è offerta, ad esempio, dal portale Help exchange, che mette in contatto chi desidera partire con chi offre ospitalità e lavoro.

Trasporti – C’è poi la questione trasporti, spesso vero e proprio salasso per le famiglie in viaggio e per i giovani che si spostano. Le compagnie aeree seguono politiche diverse rispetto alle tariffe per i più piccoli, applicando percentuali di sconto in base all’età o permettendo di volare gratuitamente. Il portale skyscanner ha creato una “guida completa al viaggio con prole”, una raccolta delle principali regole e policy rispetto a prezzi e sconti per viaggiare in aereo con i più piccoli. Sono poi numerosi i ribassi in questo periodo per i più piccoli, sia per chi viaggia su rotaia che via mare, con numerose offerte, spesso veri e propri viaggi gratuiti, sulle navi da crociera.