Condanniamo la violenza di Hamas, ma ci mettiamo anche nei panni dei palestinesi di Gaza che oggi vivono in una prigione a cielo aperto. La posizione del M5S è quindi dalla parte dei più deboli, per questo abbiamo chiesto il rientro dell’ambasciatore italiano ora a Tel Aviv e lo stop di tutte le commesse con Israele“. Così il deputato pentastellato, Alessandro Di Battista, dopo l’informativa urgente del ministro degli Esteri, Federica Mogherini, alla Camera sul conflitto in Medio Oriente nella quale è intervenuto anche il compagno di partito Manlio Di Stefano. Dichiarazioni che l’ambasciata israeliana a Roma ha bollato come “antisemite”. “Abbiamo chiesto con loro un incontro – continua Di Battista – spesso si utilizza in maniera strumentale il ricatto dell’antisemitismo che non c’entra nulla con il contrasto al governo di estrema destra di Netanyahu”  di Annalisa Ausilio