“Le irregolarità sono state effettivamente registrate, e sanzionate”. Così il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, commenta la pioggia di segnalazioni pervenute da parte dei partecipanti al concorso per ordinari in magistratura dello scorso 25, 26 e 27 giugno, a seguito della quale il Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Roma. “Al momento non riscontro elementi che vadano nella direzione dell’annullamento (della prova, ndr)” aggiunge il ministro a margine della presentazione, a Firenze, dell’ultimo numero della rivista “Left wing”. In merito alla riforma della Giustizia, poi, annuncia che “nell’arco di dieci giorni i dodici punti saranno messi online”  di Max Brod