A Groupon Italia lo sciopero organizzato a Milano e indetto da Filcams Cgil e Fisascat Cisl è stato disertato dalla maggioranza dei lavoratori. “Hanno aderito 18 lavoratori su 400”, ha fatto sapere l’azienda tramite il responsabile della comunicazione Federica Moscheni, respingendo al mittente tutte le accuse lanciate dai sindacati. Marisa Moi (Cgil) ha spiegato che lo sciopero è stato proclamato dopo un’uscita infelice da parte di una dirigente dell’azienda, la quale avrebbe affermato che “tra i lavoratori ci sono corpi infetti che vanno eliminati“. La scarsa adesione, secondo i sindacati, sarebbe da addebitare alla paura di ritorsioni e al clima di pressione che l’azienda esercita sui dipendenti  di Alessandro Madron