A meno di ventiquattro ore dal fischio d’inizio di Italia-Costa Rica, il commissario tecnico Cesare Prandelli non ha ancora certezze sulla formazione che scenderà in campo a Recife. In conferenza stampa l’allenatore azzurro non svela le sue carte: “Buffon e Barzagli? Ci sono ancora dei piccoli dubbi, decideremo solo domani“. Tutto in stand-by quindi, nonostante i progressi dei due giocatori: “Gigi ha fatto tre ottimi allenamenti, la caviglia ha ancora un lieve gonfiore, se reagisce bene all’allenamento ci sarà”. E sul difensore: “Dopo i problemi di ieri oggi sta meglio, ma valuteremo domattina”.

Il focus si sposta poi sulla Costa Rica, vincente all’esordio con l’Uruguay e candidata al ruolo di rivelazione: “Siamo pronti, non abbiamo scuse, il caldo non ci può fare paura, l’unica preoccupazione è l’avversario – ha affermato – siamo obbligati a cercare un’altra vittoria”. C’è spazio anche per un commento sulla caduta della Spagna, sconfitta anche dal Cile ed eliminata anzitempo da questi Mondiali: “Hanno pagato la fatica del campionato e delle coppe, ma tra due mesi torneranno protagonisti. Non entro nel merito dell’eliminazione per il rispetto che ho nei confronti di questa squadra“.