La Colombia concede il bis. Dopo la netta vittoria all’esordio, i Cafeteros stendono 2-1 la Costa d’Avorio e volano in testa da soli al girone C con 6 punti: in caso di pareggio tra Giappone e Grecia i sudamericani sarebbero già promossi agli ottavi. Allo Stadio Nazionale di Brasilia il match si accende nella ripresa: i ragazzi di Pekerman vanno in gol prima con Rodriguez e poi con Quintero. Gli africani accorciano con Gervinho, ma non basta.

Grande sorpresa nella Costa d’Avorio di Lamouchi all’annuncio delle formazioni ufficiali: non ci sono Drogba e Kalou, ma sono presenti Gradel e Bony. Nella Colombia è confermato l’undici che ha spazzato via la Grecia nel turno inaugurale: c’è Ibarbo dall’inizio con Gutierrez punta centrale. Il primo quarto d’ora l’ago pende dalla parte dei Cafeteros che soprattutto con Cuadrado si rendono pericolosi. Al 6’ l’occasione è sui piedi di Gutierrez che non riesce a sfruttare un assist fortunoso da parte del centrocampista viola e la palla va fuori. Dopo un inizio piuttosto timido la squadra di Lamouchi si riprende e prova a fare gioco sugli esterni soprattutto con Gervinho e Gradel, con quest’ultimo molto mobile ma poco preciso. La grande palla gol del primo tempo però è ancora sui piedi di Gutierrez che al 30’ a tu per tu con Barry cicca clamorosamente il pallone, dopo un grande contropiede innescato da Cuadrado e rifinito da James Rodriguez. La risposta degli africani è sui piedi di un ottimo Aurier: il terzino si libera e calcia da buona posizione, ma si oppone Ospina. Gli ultimi minuti vedono la supremazia della Costa d’Avorio che non riesce però a rendersi pericolosa e allora si va all’intervallo sul risultato di 0-0 a Brasilia.

Nel secondo tempo la partita si sblocca. La Colombia spinge fortissimo con Cuadrado che affonda al 59’ e coglie la traversa con un diagonale deviato da Barry. È solo il preludio al gol che arriva al 64’ con James Rodriguez: angolo del solito Cuadrado e stacco di testa del centrocampista del Monaco che fredda Barry. I Cafeteros vogliono chiuderla e al 70’ vanno sul 2-0: errore clamoroso della difesa africana e ancora uno straordinario James Rodriguez regala a Quintero il più facile dei palloni da spedire in rete. A questo punto la partita sembra finita ma Gervinho tre minuti dopo la riapre: grande azione da parte dell’attaccante della Roma che buca Ospina. Il finale di match è palpitante, la squadra di Lamouchi ci prova, ma sbatte sul muro giallo della Colombia che alla fine vince il match e vede gli ottavi di finale. Colombia, quindi, che si avvicina alla prossima fase grazie ad una grande prestazione di James Rodriguez e Cuadrado. Rimandata la Costa d’Avorio e il suo allenatore: l’assenza di Drogba si è fatta sentire e ora gli africani non possono permettersi altri passi falsi per essere certi di chiudere quantomeno al secondo posto.