“Incontri saltuari di carattere personale”. Li chiama così l’ex ministro dell’Interno Claudio Scajola (Fi-Pdl) gli appuntamenti con Chiara Rizzo con cui dal 2009 intratteneva rapporti “all’insaputa del marito”, Amedeo Matacena, anche lui ex parlamentare di Forza Italia e attualmente latitante a Dubai dove è scappato per un condanna definitiva a 5 anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa. Durante l’interrogatorio, Claudio Scajola racconta ai Pm della Procura di Reggio Calabria, Giuseppe Lombardo e Francesco Curcio, dei suoi rapporti con ‘lady champagne’: “È una bella donna – dice – faceva la modella. Ci vedevamo in Italia o in Francia. Mia moglie era amica di Chiara anche se ne era molto gelosa”  di Lucio Musolino