Alla vigilia del semestre italiano al Consiglio europeo, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan fa la voce grossa, e chiede all’Europa di smarcarsi dal dibattito “ideologico” tra sostenitori e oppositori dell’austerity. “Serve definire le strategie per mettere al centro ciò che fino ad ora è mancato: crescita e occupazione”. A Milano per un incontro organizzato dal Fondo italiano d’Investimento, il ministro ha sottolineato che proprio questi due temi saranno al centro dell’impegno italiano durante i sei mesi di guida del Consiglio europeo. Appena rientrato dagli Stati Uniti, il titolare dell’Economia ha riportato “l’interesse e la fiducia degli investitori stranieri, che ci chiedono trasparenza, certezza del diritto e auspicano che il governo continui con la sua agenda di riforme”  di Franz Baraggino