Presidio a Palazzo Chigi per chiedere l’emanazione dei decreti attuativi della legge che prevede la loro assunzione nella Pubblica amministrazione una volta usciti dal programma di protezione. “La protesta di oggi è tesa a velocizzare le procedure per rendere applicabile la legge per le assunzioni nella P.A. ci spetta” dichiarano. “Sono fiero delle scelte che ho fatto tranne una: quella di fidarmi dello Stato”, accusa un ex testimone. Gli fa eco un’altra: “Non ci ascoltano perché in Italia siamo solo un’ottantina e le nostre vite martoriate non portano voti”. “La protesta di oggi è tesa a velocizzare le procedure per rendere applicabile la legge per le assunzioni nella P.A., per la quale però da oltre un anno, manca dei decreti attuativi, legge voluta dal governo guidato da Enrico Letta”. L’incontro col sottosegretario Graziano Delrio è slittato al giorno successivo  di Manolo Lanaro