Da dieci anni è principessa de Asturias. Un periodo in cui Letizia Ortiz Rocasolano ha cercato di conformarsi al ruolo istituzionale, introducendo alcune modifiche al protocollo reale. L’ex giornalista della Televisión Española, che ha conquistato il cuore di Filippo di Borbone, dopo l’abdicazione di re Juan Carlos in favore del figlio Felipe sarà la prossima regina consorte. Bella, intelligente, meticolosa, a 41 anni sarà la prima regina di Spagna che non appartiene a una famiglia nobile, e la più giovane in Europa. Letizia Ortiz ha sempre avuto in mente un suo stile reale: vestire low cost, mangiare pipas (semi di girasdole tostati) per strada, andare a cena nei locali cool di Madrid o al cinema col marito. La nuora dei reali di Spagna non concede interviste, ma dai corridoi della Zarzuela ha sempre difeso la privacy, soprattutto delle sue figlie, le infante Leonor e Sofía.

Per la società spagnola, che la futura principessa non fosse di sangue blu non è stato il problema principale, ce n’era un altro maggiore: Letizia era divorziata. Nel 1999 si era sposata con il suo ex professore di Letteratura, Alfonso Guerrero. Matrimonio che durerà solo un anno. Una polemica che entra con forza all’interno del Palazzo Reale. Il Re Juan Carlos e la regina Sofia non era d’accordo: era inaccettabile. Fonti vicine alla Casa Real rivelano che fu allora che il principe minacciò i genitori: senza di lei avrebbe rinunciato al trono. Il 22 maggio 2004 Filippo di Borbone e Letizia Ortiz si sposano nella cattedrale de la Almudena, pochi giorni dopo il peggiore attentato subito dal Paese. La scelta di una borghese divorziata è stata sempre criticata. La principessa Letizia ha imparato rapidamente a fare quello che non aveva mai fatto: essere la notizia. Ha cercato di mostrarsi amabile con tutti, rispettare il protocollo, essere accondiscendente, ma la sua traiettoria come principessa è stata segnata per aver interrotto alcune norme istituzionali: niente vacanza con la famiglia reale, viaggi di piacere con le amiche e “giorni liberi”. Seguendo l’esempio della regina Sofia, organizza eventi a favore dell’infanzia, dell’educazione, della lotta contro le malattie rare e la ricerca scientifica, con numerosi viaggi ufficiali e atti pubblici insieme al principe Filippo.

Nei suoi 10 anni da principessa ha ricevuto 2.100 personalità, ha assistito a 190 eventi ufficiali e 107 convegni. Ma in questi anni non si è parlato solo del look moderno di Letizia e del rapporto amabile con la suocera: una crisi coniugale, i problemi di anoressia e un libro accusatorio scritto dal cugino David Rocasolano hanno occupato per mesi le prime pagine dei giornali spagnoli, insieme al resto degli scandali che la famiglia reale ha dovuto affrontare. Se oggi la regina Sofia, insieme al principe Filippo, è la più amata dagli spagnoli, secondo gli ultimi sondaggi, Letizia Ortiz occupa gli ultimi posti, segno che in 10 anni non è riuscita a entrare in sintonia con l’opinione pubblica. Adesso le toccherà farlo in veste di regina.

@si_ragu