A Padova il senatore leghista Massimo Bitonci (31,42%) riesce nell’impresa di costringere il candidato del Pd Ivo Rossi (33,76%) al ballottaggio. Staccati di una manciata di voti si presenteranno al secondo turno portando due visioni diametralmente opposte della loro città. Bitonci porta in dote la fama di sindaco sceriffo che ha conquistato nei dieci anni trascorsi a capo dell’amministrazione di Cittadella e in alcuni quartieri di Padova, dove il problema sicurezza è più sentito, è proprio questo argomento a fare più presa. Il colpo per Rossi è stato pesante. Con la sua coalizione che, oltre al Pd, contava Sel, Idv e tre civiche arriva appena al 33,76%, non riuscendo ad eguagliare lo straordinario risultato del Pd alle europee   di Alessandro Madron