“Non posso attaccare la magistratura e il Capo dello Stato perché in quel caso mi si dice ‘scherzi col fuoco’, e basterebbe un passo falso per essere consegnato ai domiciliari o a San Vittore”. Silvio Berlusconi ha spiegato che questa, rispetto alla sentenza di condanna per il processo Mediaset, “è la cosa che mi pesa di più, non è un bel vivere”, ha concluso il leader di Forza Italia nel suo comizio a Roma  di Manolo Lanaro