Io sono molto intrigato dai giovani colleghi del M5S. Ci sono molti esponenti del movimento che hanno grandi capacità, sono competenti, appassionati, studiano i dossier. C’è un patrimonio di civismo che deve essere indirizzato”. Lo afferma il deputato Pd Gianni Cuperlo, ospite di Andrea Scanzi nella trasmissione “Reputescion”, in onda questa sera alle 22.00 su La3 (Sky can 163 – Dtt can 34). “Il M5S” – continua – “deve capire che una cosa è contestare in modo aperto, plateale o clamoroso, e l’abbiamo fatto anche noi, altra cosa è impedire fisicamente il lavoro delle aule”. Il parlamentare si pronuncia anche dell’elezione del presidente della Repubblica e del “complotto dei 101 del Pd”: “Io ho votato Stefano Rodotà, in una delle votazioni su scheda bianca. Non sono tra i 101 del partito. Ma non è stato un complotto ordito e organizzato, piuttosto una somma di fattori. Abbiamo gestito molto male quel passaggio. E’ una ferita che fa ancora male alla nostra gente