Non un dirottamento, ma una situazione di pericolo che ha fatto scattare un allarme. “Un aereo della Virgin è stato dirottato sull’aeroporto di Bali” aveva riferito questa mattina la Bbc online citando fonti indonesiane. L’aereo, proveniente dall’Australia, era atterrato nell’aeroporto di Denpasar, il più grande dell’isola indonesiana. Il Boeing 737 era partito da Brisbane in Australia e il pilota aveva inviato un segnale di pericolo perché un passeggero ha tentato di entrare in cabina di pilotaggio. L’uomo, aggressivo perché ubriaco, è stato fermato dalle forze militari. Un funzionario della Virgin ha quindi spiegato che il passeggero era ubriaco e che l’aereo non era stato dirottato. 

Non si è trattato di un dirottamento, è stato un malinteso, Nessuno è stato ferito, né si è trovato in pericolo” ha detto Heru Sudjatmiko, responsabile della compagnia aerea all’aeroporto di Denpasar. “Si è trattato di una persona ubriaca (…) Un forte consumo di alcool l’ha fatta agire in modo aggressivo”. L’uomo ha tentato di entrare nella cabina di pilotaggio durante il volo da Brisbane battendo con forza sulla porta, ma senza riuscirci. L’equipaggio è riuscito ad immobilizzarlo fino a che non è stato consegnato alla polizia indonesiana una volta che l’aereo è atterrato a Bali, che era comunque la sua destinazione prevista. Il malinteso sembra essere nato dal fatto che il pilota avrebbe inviato un segnale di pericolo a bordo.