Per il capitano della Roma, Francesco Totti, sarà “la casa di tutti i romanisti”, per il presidente del club di calcio capitolino James Pallotta “uno stadio ultramoderno che incuterà timore agli avversari”, per il sindaco della Capitale, Ignazio Marino, “una grande opportunità per la città e per il Paese”. Presentato al Campidoglio il progetto dello stadio della Roma (nome provvisorio in attesa della cessione dei diritti per l’intitolazione) che sorgerà sull’area dell’ex ippodromo nella zona di Tor di Valle a Roma sud. Oltre 50mila posti, il Roma Village, un megastore Nike, ristoranti e negozi per una struttura che costerà complessivamente 1 miliardo di euro, mentre per lo stadio sono previsti 300 milioni di euro. Un’opera interamente finanziata da privati. “Sarà ispirato al Colosseo” ha spiegato l’architetto Dan Meis davanti al plastico. “Saremo la prima città in Italia che realizzerà uno stadio dopo la nuova legge sugli impianti – commenta il sindaco Marino – valuteremo il progetto in 90 giorni e poi inizieranno i lavori”. In 22 mesi si prevede la completa realizzazione dell’impianto. “Mi auguro – conclude Marino – che Totti e compagni possano giocare nel nuovo stadio a partire dalla stagione 2016-17”  di Annalisa Ausilio