Puntuale come ogni anno, con l’arrivo della primavera Klepetan, il maschio di una coppia di cicogne, è tornato in Croazia dopo aver percorso in volo tredici mila chilometri dal Sudafrica, per incontrarsi con la sua amata Malena, una cicogna che a causa di una vecchia ferita non riesce più a fare la lunga traversata stagionale.

Questo è il dodicesimo anno consecutivo che Klepetan raggiunge la sua Malena (Piccola) nel loro nido, dove lo aspetta per accoppiarsi, nel villaggio di Brodski Varos, nell’est della Croazia.

Malena trascorre gli inverni sul tetto della casa di Stjepan Vokic, un bidello pensionato, che dal 1993 si prende cura della cicogna, dopo che alcuni cacciatori l’avevano colpita a un’ala procurandole una ferita che le impedisce di volare. “Quest’anno Klepetan è arrivato con dodici ore di anticipo rispetto al solito, mi ha svegliato ieri mattina presto, io e Malena lo aspettavamo per oggi”, racconta Vokic al giornale Jutarnji list. Negli altri nidi, aggiunge, le cicogne torneranno tra cinque o sei giorni, mentre “lui è sempre il primo ad arrivare poiché sa che la sua Malena lo aspetta impaziente”.

La storia d’amore tre le due cicogne di anno in anno riceve una notorietà mediatica mondiale, e anche questa primavera la stampa non è mancata all’appuntamento. “È un bene che sia così – spiega Mirjana Krizmanic, una famosa psicologa croata, autrice di libri self-help – perché si tratta di una bellissima storia, che spesso manca nei titoli di stampa dedicati a noi esseri umani, ed è giusto che la gente riconosca il suo fascino”.