“Abbiamo aspettato che la polemica si raffreddasse, abbiamo rivisto il filmato e consultato i nostri attivisti”. Roberta Lombardi, ex capogruppo alla Camera del Movimento Cinque Stelle, spiega così a piazza Monte Citorio la decisione di querelare il presidente della Camera Laura Boldrini (Sel) per le frasi pronunciate durante la trasmissione televisiva ‘Che tempo che fa’ (Rai3) di Fabio Fazio. In pieno scontro con i Cinque Stelle dopo la “ghigliottina” e la pubblicazione di un video da parte di un attivista del Movimento che chiedeva agli utenti: “Che faresti con la Boldrini in macchina”, la Boldrini parlò del Movimento 5 Stelle come forza politica “eversiva” e definì gli utenti del blog “potenziali stupratori”. “I cretini che scrivono commenti non appropriati – ribatte Lombardi – sono ovunque. Anche io ricevo insulti per i miei post su Twitter e Facebook”  di Annalisa Ausilio