La cattiva della serie numero tre di Masterchef (Sky), Rachida Karrayi, la cuoca di origini marocchine è uscita. Eliminata. Caduta su un cuore di vitello. Un piatto che la concorrente non è riuscita a cucinare al meglio e che è finito brasato. La sarta di Sorisole (Bergamo), considerata la vera regina del talent culinario di Sky Uno e dei social network, ha oltre 44 mila fan su FB, si è distinta per i suoi pianti (finti a detta degli altri) e le sue uscite al veleno nei confronti degli avversari. “Vince lei, vince lei, ci distrugge tutti con la sua furbizia e le sue false lacrime” si è sentito dire dai protagonisti ai fornelli del programma. “Non sono qui per fare amicizia – ha dichiarato -. Quando si compete e la posta in gioco è alta, non posso fare amicizie”. Famose alcune sue frasi in Rete, come “le polpette di diavolo fatte da mani di strega” oppure “parto sempre come una Ferrari, dopo torno come una Vespa”. Ieri la sua cacciata dal programma e c’è chi subito ha twittato: @RenzoMattei #Rachida esce da #Masterchef giusto in tempo per diventare ministro dell’Integrazione  di Gisella Ruccia