Esilarante copertina di Maurizio Crozza che, come ogni martedì, apre la nuova puntata di Ballarò, su Rai Tre. Il comico ligure esordisce con la menzione delle dimissioni di Gianni Cuperlo dalla presidenza del Pd: “Si è dimesso Cuperlo. E chi cazzo se ne frega. Neanche a Cuperlo gliene frega niente di Cuperlo. E’ come se durante l'”Aida” va via il terzo armigero dall’ultima fila: ma chi se ne frega. Non te ne accorgi. Lui si è dimesso perché Renzi ha parlato con Berlusconi. Ma, Cuperlo” – continua – “se ci hai fatto un governo con Berlusconi? Aiutatemi a capire. La parte del Pd che è d’accordo a governare col centrodestra è contraria al fatto che la parte del Pd che non vorrebbe governare col centrodestra parli con il centrodestra“. E sottolinea: “E’ come se io trovassi mia moglie con l’amante e mi incazzassi solo perché gli fa usare le mie pantofole“. Crozza poi inscena il momento in cui Pierluigi Bersani è stato avvertito della nuova legge elettorale e dell’incontro Renzi-Berlusconi, imitando l’ex segretario del partito. E racconta il fatidico colloquio tra i due: ” E’ stato un evento storico. Berlusconi è entrato nella sede del Pd, ma purtroppo hanno bloccato all’ingresso l’enorme cavallo di legno che Silvio si era portato. Il famoso cavallo pieno di troie“. E aggiunge: “L’italicum è simile al porcellum, è un porcellum ricavato dal glutine. E’ come il seitan o gli hamburger di soia: ha le gambe di Renzi e soprattutto ha il culo di Berlusconi“. Crozza imita, quindi, sia Berlusconi, sia Renzi e osserva: “Ora la legge elettorale è pronta e l’accordo prevede anche la riforma dell’abolizione del Senato. Ma ce li vedete i senatori che votano la legge per abolire il Senato? Sarebbe come vedere gli orsi bianchi che votano per abolire Licia Colò“. Il comico si rivolge poi a Giorgia Meloni: “A proposito di creature che si estinguono… Meloni, ma con la nuova legge elettorale e lo sbarramento all’8%, voi Fratelli D’Italia cosa fate? Aprite una pizzeria?“. Inevitabile la parodia di Ignazio La Russa nelle vesti di cameriere