Carlo De Benedetti “giornalista del giorno ad honorem” secondo Beppe Grillo. La rubrica del blog in cui il leader M5S segnala giornalisti autori di testi a lui sgraditi aggiunge alla lista, dopo Maria Novella Oppo de l’Unità, Francesco Merlo di Repubblica, Massimo Gramellini de La Stampa, anche l’editore del gruppo L’Espresso. Tema? La Web-tax, difesa dall’ingegnere in un post sul suo blog su Huffington Post. “De Benedetti, il vero mentore del pdexmenoelle, è uscito allo scoperto per difendere la Web-tax che sarebbe più opportuno chiamare De Benedetti-tax in quanto favorisce sfacciatamente e contro il diritto europeo la sua società di pubblicità, la Manzoni srl”. Grillo definisce De Benedetti il “vero avversario da battere”. De Benedetti, scrive Grillo, è “tessera numero uno del pdexmenoelle, vero elettore del burattino Renzie e lobbista a tempo pieno in Parlamento grazie al pdexmenoelle e ai suoi giornali”. “L’avversario da abbattere, se proprio vuole, è lei, caro ingegnere, perchè la legge è disegnata su misura per i suoi interessi”, dice. “Stupisce invece che lei – dice il leader M5S rivolgendosi all’ingegnere – dopo autorevoli pareri italiani e stranieri, cerchi ancora di difendere una sciocchezza come la Web-tax. Lei, non si offenda, ma è un ignorante digitale”.