—-

Nord della Sardegna, a 40 km da Olbia. La bomba d’acqua arrivata qui non avuto pietà, distruggendo tutto ciò che ha trovato sul suo cammino. Dina Lauricella ci mostra la devastazione del territorio intorno al Rio Posada, territorio che ancora attende la fine degli interventi per la mitigazione del rischio idraulico. La zona che, invece, circonda il centro storico di Olbia è quella più colpita dalle esondazioni. Per quale motivo? Perché quelle case sono state costruite sopra una palude, abitazioni abusive che hanno visto in meno di quarant’anni ben 21 “piani di risanamento”, ovvero 21 condoni. Il servizio di Dina Lauricella