“Ieri si è assistito a delle scene che hanno passato il limite e che non sono giustificabili in nessun modo“. Così il presidente del Consiglio, Enrico Letta, nel corso della conferenza stampa a palazzo Chigi al termine del Consiglio dei ministri, parlando degli scontri al corteo dei No Tav avvenuti ieri a Roma durante il vertice Italia-Francia. Al termine della conferenza, il premier è andato via non rispondendo alle domande di cronisti. La Procura di Roma, intanto, sta indagando sugli scontri e il procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo sta procedendo contro ignoti per resistenza a pubblico ufficiale, violenza privata, lancio di oggetti e danneggiamento  di Manolo Lanaro