Ho presentato una interrogazione alla Commissione Europea perché voglio capire che fine ha fatto il cane di Monti“. Lo annuncia ai microfoni de “La Zanzara”, su Radio24, l’eurodeputato del Pdl Sergio Silvestris, che, nella sua interrogazione, chiede alla Commissione di “adottare misure per garantire il miglior benessere del cucciolo”. E spiega: “Quando un cittadino, e per giunta un personaggio pubblico che dovrebbe dare il buon esempio, dice di avere ricevuto un cane dalla conduttrice di un programma tv e poi dice che è stato infastidito da quel dono qualche preoccupazione per le sorti del cane viene”. L’europarlamentare aggiunge che esiste la convenzione europea per la protezione degli animali: “E’ stata approvata nell’87 e dice che ogni persona che tiene un animale da compagnia o che abbia accettato di occuparsene sarà responsabile della sua salute e del suo benessere”. Silvestris esprime quindi la richiesta del suo gruppo politico: “Chiediamo ai sensi dell’articolo 4 che la Commissione Europea verifichi il caso di Empy. Che fine ha fatto il cane di Monti? Secondo la convenzione, chi se ne prende cura deve rifornirlo di cibo e di acqua in quantità sufficiente”. E sottolinea: “Si parla sempre del cane Dudù: se fa la pipì, cosa mangia, dove dorme, come sveglia il presidente Berlusconi. Io voglio sapere che fine ha fatto Empy