All’indomani dello strappo del Pdl con il governo Letta, Silvio Berlusconi arriva a Roma. Sotto una pioggia scrosciante entra con la macchina a Palazzo Grazioli, in via del Plebiscito, dove ha trasferito la propria residenza. Scende dall’auto e in braccio ha Dudù, l’ormai fedele barboncino bianco  di Manolo Lanaro