La National Security Agency degli Stati Uniti – protagonista del piu’ grande scandalo di spionaggio dell’era contemporanea – può avere accesso ai dati degli utenti di tutti i principali smartphone. E’ l’ultima rivelazione sul Grande Fratello made in Usa; questa volta a svelare i “poteri” dell’agenzia americana è il settimanale tedesco Der Spiegel, che cita documenti interni dell’Nsa e dell’agenzia britannica Gchq. Secondo quanto scritto dal settimanale in questi documenti le agenzie descrivono la creazione di team dediti a infrangere le misure di sicurezza dei sistemi iPhone, BlackBerry e Android. Questi dati includono contatti, liste di chiamate, traffico sms, note e dati sulle località.

Il Der Spiegel spiega che i documenti non indicano che la Nsa sta conducendo attività di sorveglianza di massa sugli utenti dei telefoni, ma che queste tecniche sono usate per intercettare specifici individui. L’articolo non spiega come il giornale ha ottenuto i documenti. Tuttavia uno dei suoi autori è Laura Poitras, una regista statunitense con stretti contatti con Edward Snowden, il giovane che ha rivelato i programmi di sorveglianza degli Usa e che dopo una rocambolesca fuga a Hong Kong ha ottenut temporaneamente asilo in Russia.