“L’allontanamento di Silvio Berlusconi dalla vita parlamentare porterebbe la politica verso il caos“. A dipingere questo scenario è Renato Farina, ex-deputato Pdl e opinionista di Libero che sotto lo pseudonimo di Dreyfus scrisse l’articolo ritenuto lesivo del giudice di Torino Giuseppe Cocilovo e per il quale Alessandro Sallusti fu condannato a 14 mesi di reclusione per diffamazione aggravata. Secondo il celebre “agente Betulla“, soprannome acquisito per i suoi contatti con i servizi segreti che nel 2007 gli costarono la permanenza nell’albo dei giornalisti, votare a favore della decadenza del Cavaliere sarebbe un errore “politico e morale”. “Una cosa inaccettabile, un’amputazione della democrazia” ha detto Farina, a margine di un incontro del Meeting di Comunione e liberazione. L’unica strada percorribile, quindi, sarebbe quella del rinvio alla Corte Costituzionale. “Un sentimento di responsabilità dovrebbe consentire di rivedere la legge Severino, che ha dei profili di incostituzionalità evidenti”  di Giulia Zaccariello