Bagarre alla Camera durante la discussione del decreto “svuota-carceri”. Il deputato del Movimento 5 Stelle, Andrea Colletti, illustra l’emendamento “Colletti”, finalizzato a cancellare un comma dell’articolo 47-ter dell’ordinamento penitenziario, aggiunto dalla legge Cirielli, meglio nota come “legge Salva-Previti”. Il parlamentare menziona commenti e frasi di illustri esponenti del Pd sulla legge: da D’Alema a Violante fino ad Anna Finocchiaro. Tutti unanimi nel definire la legge Cirielli come una legge “ad personam”. Colletti sottolinea: “Oltretutto abbiamo trovato che non è solo salva Previti perché, aiutando gli ultrasettantenni, salva anche un noto pregiudicato che ha fatto una manifestazione ieri proprio qui vicino”. Urla di dissenso partono dai banchi del Pdl, ma è in particolare l’onorevole Maurizio Bianconi ad alterarsi: “Ma piantala, imbecille”. Caustica la risposta del deputato pentastellato: “Invito sempre la Presidenza a togliere la sambuca almeno la mattina”. Nonostante gli inviti del vicepresidente di turno, Roberto Giachetti, alla moderazione, Bianconi esplode in uno scatto d’ira e si avvicina ai banchi del M5S. “Vergogna! Idiota! Mascalzone!”, grida il parlamentare del Pdl, che viene poi allontanato dagli assistenti parlamentari. Colletti conclude quindi il suo intervento: “Ora ci domandiamo: ma come voteranno il Pd e Sel su questa norma che abroga un pezzo della salva Previti ? Allora, io la risposta già ce l’ho purtroppo, ma facilmente la vedremo dal tabellone elettronico”. Non manca la replica della presidente della commissione Giustizia, Donatella Ferranti (Pd): “Qui si vuole eliminare – dice, riferendosi all’emendamento Colletti – qualcosa che non c’è nel decreto legge in discussione, ma è prevista nell’ordinamento penitenziario, norma che prevede che possano scontare la detenzione domiciliare gli ultrasettantenni”. Non ci sta il deputato del M5S, Vittorio Ferraresi, che così commenta: “Certo che sentir dire da una collega che questo emendamento, che va comunque a modificare una norma dell’ordinamento penitenziario, e comunque in generale di questo stiamo parlando, è fuori tema, quando nei decreti che fate e che facciamo, che sono decreti omnibus, c’è veramente di tutto, è veramente sorprendente. Sono veramente allibito“. E aggiunge: ” Colleghi del Pd, dopo che nel 2004 avete fatto un’opposizione veramente stringente su questa norma e dopo che sono stati fatti una serie di girotondi, quindi anche con una forza mediatica imponente, fuori da quest’Aula, votare questo emendamento mi sembra veramente il minimo di coerenza, il minimo, veramente, di rispetto verso i cittadini italiani. Ora” – conclude – “noi abbiamo questa occasione. Quindi, coraggio, colleghi del Pd: scongelatevi”  di Gisella Ruccia