Sul Fatto del lunedì 22 luglio, tra i temi: erano fabbriche, producevano lavoro. Davano lavoro. Ora la crisi le ha costrette alla chiusura, al loro posto hanno aperto casinò dove migliaia di persone vanno e si rovinano. Poi la storia di Ivrea e l’utopia di Olivetti. Un imprenditore e la sua città. E la città legata ai destini di un’impresa concepita come bene comune, a misura d’uomo. Intellettuali, artisti, designer uniti per dare forma alle visioni di un industriale illuminato. Inoltre, la crisi che attraversa la verde Irlanda. Il risultato è che i giovani scappano, cercano fortuna altrove, soprattutto in Nuova Zelanza e in Australia. Un lungo reportage e un’intervista alla grande scrittrice Catherine Dunne che racconta il suo Paese che non c’è più: “Dimenticatevi gli U2: oggi è un’altra cosa”. Ci vediamo ‘In edicola’: ogni sera le anticipazioni su ilfattoquotidiano.it. (riprese e montaggio di Samuele Orini). Tutte le offerte di abbonamento al Fatto Quotidiano