“Israeliani e palestinesi hanno accettato di riprendere i colloqui di pace”. E’ l’annuncio dato dal segretario di stato americano John Kerry, oggi a Ramallah per incontrare Abu Mazen. I colloqui di pace erano sospesi dal settembre del 2010 e Kerry ha riferito che gli Usa hanno ricevuto l’impegno da entrambe le parti di avviare colloqui diretti sulle questioni dello status finale così da arrivare alla fine del conflitto decennale. “Sono lieto di annunciare – ha detto il segretario di stato Usa ai giornalisti – che abbiamo raggiunto un accordo che stabilisce una base per riprendere i negoziati diretti tra palestinesi e israeliani sullo status finale”. “L’accordo – ha precisato Kerry – è ancora in corso di formalizzazione”. Secondo John Kerry, “il modo migliore per dare una possibilità a questi negoziati” fra israeliani e palestinesi “è di tenerli riservati”. “Siamo consapevoli che la sfida richiede delle scelte molto difficili nei giorni a venire. Oggi, tuttavia, sono speranzoso”, ha aggiunto il capo della diplomazia Usa. In tal senso, il negoziatore palestinese Saeb Erekat ed il ministro della Giustizia israeliano, Tzipi Livni, la prossima settimana si recheranno a Washington per cominciare i colloqui.