Stiamo cambiando la Costituzione e i 18 mesi vanno rispettati”. Il ministro Gaetano Quagliariello, dopo il Consiglio dei Ministri, in sala stampa illustra il disegno di Legge Costituzionale per la modifica della Carta Repubblicana e l’introduzione del semipresidenzialismo in Italia. “Per la modifica – spiega Quagliariello – è previsto un referendum o più referendum confermativi, anche in caso di approvazione con una maggioranza superiore ai due terzi del Parlamento. Nel Ddd – continua – non è menzionata la legge sul conflitto di interesse che sarà materia del Parlamento”. Sulle dichiarazioni di Lorenza Carlassare, componente dei 35 saggi nominati dal Governo che ha parlato di un rischio di deriva autoritaria, il ministro Quagliariello dice: “Carlassare darà il suo contributo ed è ovvio che le posizioni sono diverse, ma è importante che sia presente all’interno del Comitato”  di Manolo Lanaro