“L’azione giudiziaria da sola non basta per fare luce sulle stragi”. Sono le parole del sostituto procuratore Gaetano Paci, presidente della Fondazione Legalità ‘Paolo Borsellino’, che da 23 anni lavora alla procura di Palermo, a margine dell’incontro “Il lungo viaggio della verità. A 20 anni da via Palestro”. L’evento, organizzato dal Comune di Milano, è stato incentrato sulla mancanza di verità che ruota attorno agli attentati che, dalla Sicilia alla Lombardia, hanno sconvolto il nostro Paese. Il pm Paci ha invitato i parlamentari a dare il proprio contributo “con una commissione d’inchiesta o strumenti simili”. Intanto da pochi giorni è iniziato il processo sulla trattativa Stato-mafia che vede imputati anche rappresentanti delle istituzioni che, secondo la procura di Palermo, avrebbero trattato con Cosa Nostra durante il biennio al tritolo che insanguinò l’Italia tra il 1992 e 1994  di Francesca Martelli