Kinodromo, Biografilm e Gianfranco Rosi. Doppio appuntamento bolognese per poter far conoscere le opere del regista di origine eritrea con doppio passaporto italiano/americano, che vedrà una prima proiezione al Kinodromo – Europa Cinema (martedì 21 maggio) di Bologna ed il secondo evento all’interno della manifestazione Biografilm Festival, durante il quale sarà presente anche lo stesso Rosi.

Forse sconosciuto ai più, Rosi è una figura unica del cinema documentario contemporaneo, vincitore di numerosi premi nei festival internazionali, tra cui il premio Orizzonti alla Mostra del Cinema di Venezia del 2009, ha girato solo 4 film in 18 anni, dimostrando una passione per il cinema documentario estrema e senza compromessi. Basti pensare che per il suo primo film Boatman il regista ha compiuto 9 viaggi in India in 5 anni.

Dopo la proiezione proprio di Boatman, ad aprile, organizzata dall’associazione Kinodromo negli spazi del Cinema Europa, arriva in sala Below Sea Level lungometraggio pluripremiato in tutto il mondo ma mai distribuito in Italia: martedì 21 maggio al Cinema Europa di via Pietralata 55 alle ore 20.30 con replica alle 22.30.

Dopo quattro anni e centoventi ore di girato, Rosi realizza questo documentario sulla vita di una comunità di homeless  ”scaricati” dal mondo civile nell’aerea desertica del New Mexico, confermando e rilanciando la sua natura di autore indipendente, sempre alla ricerca ostinata di realtà estreme da raccontare. Il film verrà proiettato nella sua versione originale in 35mm con sottotitoli italiani (5 euro per i possessori della tessera Kinodromo, che costa 3 euro e si può fare direttamente al cinema.

La seconda tappa dell’omaggio al regista si svolgerà all’interno di Biografilm Festival, sabato 15 giugno quando verranno proiettati l’ultimo documentario di Rosi El Sicario, Room 164  – sulla vita di un killer, mai accusato di alcun crimine, tratto dal saggio The Sicario di Charles Bowden, pubblicato nel 2009 su “Harper’s Magazine” – e Tanti futuri possibili. Con Renato Nicolini recente cortometraggio incontro-omaggio-dialogo con l’architetto Renato Nicolini, storico padre dell’Estate romana, scomparso nell’agosto 2012 all’età di settantanni. Questo secondo appuntamento vedrà la presenza del regista Gianfranco Rosi a Bologna.