Dalla Spagna a Niscemi passando per Vicenza e la Val di Susa. Tra le migliaia di manifestanti contro l’impianto di antenne satellitari della marina militare Usa, non solo i siciliani, ma molti gruppi e movimenti gemellati ai No Muos. Diffidenza nei confronti del governatore della Regione Rosario Crocetta, nonostante la revoca delle autorizzazioni annunciata poche ore prima del corteo. “Continueremo a lottare fino a quando non vedremo uscire dalla base le gru che servono a sollevare le mega parabole”, promettono gli attivisti, felici della giornata festosa e pacifica  di Salvo Catalano