“Avevamo detto che avremmo cambiato tutto. Abbiamo cominciato eleggendo tutti consiglieri nuovi, continuiamo con la scelta degli assessori”. Nicola Zingaretti aveva promesso una svolta radicale e così è stato: i dieci assessori che compongono la Giunta della Regione Lazio sono tutti “esterni” al Consiglio. Il nome più noto è quello di Lidia Ravera, giornalista e scrittrice, che si occuperà di Cultura e Sport. “Sono orgoglioso della Giunta che presentiamo – ha aggiunto Zingaretti – per la qualità delle persone e perché è stata formata esclusivamente sui due principi chiave che vogliamo portare nella Regione: il merito e la competenza”.

L’esecutivo è composto da sei donne e quattro uomini. Come sottolineato con orgoglio dal presidente, si tratta “della Giunta più rosa d’Italia”. A Zingaretti rimangono le deleghe su Europa, Turismo, Economia del mare e Protezione civile. ”Ora ci aspetta un lavoro molto difficile – ha ammesso il presidente -, vista la situazione dell’amministrazione che troviamo e dell’intera Regione. Ma sono sicuro nella capacità delle persone che abbiamo scelto, che insieme alle qualità e competenze dei consiglieri di maggioranza faranno ripartire davvero il Lazio”. “Ai riti della vecchia politica – aggiunge – abbiamo preferito, grazie alla disponibilità di tutti i partiti di maggioranza, una seria ricerca sui curricula puntando su persone esterne al consiglio di provata esperienza nei rispettivi campi. L’alto profilo professionale di tutti nuovi assessori credo ne sia la testimonianza evidente. Un motivo in più di orgoglio è la forte presenza femminile nella Giunta. Voglio sottolineare che non si tratta di una scelta di facciata, ma del risultato dei grandi cambiamenti in atto nella nostra società e del ruolo che, con coraggio e fatica, stanno finalmente conquistando le donne anche nel nostro Paese. Era ora che anche la politica se ne accorgesse”.

Questi i profili degli altri componenti l’esecutivo. Massimiliano Smeriglio, ex assessore provinciale al Lavoro e alla Formazione nella Giunta Zingaretti e docente presso la facoltà di Scienze della Formazione presso l’Università di Roma Tre, è vicepresidente e assessore alla Formazione, università, scuola e ricerca. Concettina Ciminiello, assessore alla Semplificazione, trasparenza e pari opportunità, è direttore amministrativo della Scuola superiore dell’economia e delle finanze (Mef). Michele Civita, assessore alle Politiche del territorio, della mobilità e dei rifiuti, è stato prima assessore provinciale ai Trasporti nella Giunta Gasbarra e successivamente assessore all’Ambiente nella Giunta Zingaretti. Guido Fabiani, assessore Attività produttive e Sviluppo economico, è rettore dal ’98 della Università degli studi di Roma Tre e professore ordinario di Politica economica dal 1980. Fabio Refrigeri, assessore alle Infrastrutture, alle politiche abitative e all’ambiente, è stato sindaco di Poggio Mirteto dal 2004 e responsabile, per l’Anci Lazio, delle unioni di Comuni e dell’associazionismo comunale dal 2004 al 2009. Sonia Ricci, assessore all’Agricoltura, caccia e pesca, è dirigente d’azienda e imprenditrice nel settore dell’ agricoltura. Dal 2007 al 2012 è stata consigliere comunale e vicepresidente del consiglio del comune di Sezze (LT). Dal 1994 al 1996 è stata assessore alle attività produttive nello stesso comune. Alessandra Sartore, assessore al Bilancio, patrimonio e demanio, è dirigente del ministero dell’Economia e delle Finanze dal 25 maggio 2001. Lucia Valente, assessore al Lavoro, è professore associato di diritto del lavoro dell’Università di Roma – La Sapienza, presso la quale è anche membro del Comitato pari opportunità e del Comitato etico. Paola Varvazzo, assessore alle Politiche Sociali, è vice prefetto aggiunto e per anni ha incentrato la propria attività all’interno dell’amministrazione pubblica sui temi dei diritti civili, cittadinanza, condizione giuridica dello straniero, immigrazione e diritto d’asilo.