“Tu mi tesseri, io non ti voto”. Con questo slogan oltre mille tifosi del Napoli si sono incontrati in Piazza del Plebiscito, di fronte alla Prefettura partenopea, per protestare contro l’obbligo del tesseramento. Alcuni ultras hanno stracciato e bruciato le tessere elettorali intonando cori contro i partiti politici, senza alcuna distinzione. Successivamente, la polizia ha riferito che i documenti non sarebbero stati originali, ma delle fotocopie. Dopo circa un’ora, guardati a vista da decine di poliziotti e carabinieri in assetto antisommossa, i tifosi hanno lasciato alla spicciolata la piazza  di Andrea Postiglione